Perché un e-commerce può migliorare il tuo negozio fisico?

Intergrare un e-commerce a un negozio fisico: occuparsi della spedizione dei pacchi.

È sotto gli occhi di tutti l’esplosione che ha avuto il commercio online. Ha trasformato radicalmente il modo in cui le persone fanno acquisti e ha reso sempre più centrali gli e-commerce. In questo articolo, esploriamo le ragioni per cui l’apertura di un e-commerce può apportare significativi vantaggi per i negozi fisici.

L’importanza dell’e-commerce

Avere un sito web e, nella fattispecie un e-commerce, non è più una mera opzione, ma una necessità per moltissime attività commerciali. L’accesso facilitato ai prodotti e la comodità degli acquisti online sono diventati aspetti essenziali per i consumatori moderni.

Integrare uno store online a negozi fisici consente di raggiungere nuovi clienti (o potenziali tali) al di là delle limitazioni geografiche. Ma non solo: consente anche di realizzare una vetrina sempre accessibile anche ai clienti attuali che vogliono rimanere aggiornati sulle nuovi prodotti.

Abbiamo già parlato di un e-commerce di successo che si affianca a boutique fisiche nel caso studio dedicato alla casa di moda Midali. Noi di Sixor abbiamo infatti lavorato alla “ristrutturazione” dello store online di Midali, brand specializzato nell’abbigliamento donna di fascia medio-alta con decine di boutique distribuite in tutta Italia.

Vantaggi dell’e-commerce (rispetto a un negozio fisico)

Andiamo controcorrente e, nonostante questo paragrafo sia intitolato “Vantaggi dell’e-commerce”, poniamo subito l’attenzione su uno svantaggio, o meglio, una nota da tenere a mente: avere un e-commerce ha dei costi. Infatti, richiede manutenzione: è necessario, ad esempio, caricare costantemente nuovi prodotti, mantenerlo aggiornato, gestire la sicurezza dello stesso e garantire una piacevole esperienza di acquisto per i clienti.

Tuttavia, per quanto siano un fattore da considerare, i costi di un e-commerce sono decisamente inferiori e neppure minimamente paragonabili a quelli di un negozio fisico.

Posta l’attenzione su questo importante nota, passiamo ai vantaggi.

1. Ampia copertura geografica

Uno dei vantaggi più significativi di uno store online è la sua capacità di abbattere le barriere geografiche. Mentre un negozio fisico è confinato alla sua posizione locale, un e-commerce apre le porte a un mercato più ampio e, potenzialmente, persino globale.

Un negozio fisico, se sceglie di aprire un e-commerce, non è più limitato geograficamente e può raggiungere molti più clienti.
Questa ampia copertura geografica non solo espande il tuo pubblico, ma può anche generare nuove opportunità di business in regioni precedentemente inaccessibili.

2. Disponibilità 24/7

A differenza del negozio fisico che ha orari di apertura limitati, lo store online è operativo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ciò consente ai clienti di effettuare acquisti in qualsiasi momento, aumentando le opportunità di vendita.

3. Possibilità di fare cross-selling

Implementare strategie di e-commerce accurate ed efficaci consente di aumentare le vendite incrociate, più accuratamente definite cross-selling.

Le vendite incrociate (cross-selling) sono una strategia di vendita utilizzata negli e-commerce per stimolare gli acquirenti ad acquistare prodotti aggiuntivi o complementari durante il processo di acquisto. L’obiettivo è aumentare il valore medio dell’ordine e massimizzare il fatturato complessivo.

In pratica, durante il processo di acquisto, il sistema può suggerire prodotti aggiuntivi che sono correlati o complementari a quelli che il cliente sta già acquistando.
Ad esempio, se un cliente sta comprando un paio di scarpe, il sistema potrebbe suggerire anche calze o accessori correlati.

È comune visualizzare prodotti aggiuntivi che potrebbero interessare al cliente nella pagina di checkout. Questo, infatti, è l’ultimo momento in cui è possibile influenzare le scelte del cliente prima che completi l’acquisto online.

Di fatto è possibile fare cross-selling anche nei negozi fisici: i venditori, infatti, possono suggerire prodotti correlati a quelli che il cliente sta acquistando. Nei negozi fisici il miglior momento per vendere prodotti correlati è quando si sta chiudendo la trattativa – analogo alla pagina di checkout degli e-commerce.

In questo caso la differenza cruciale è che, mentre nell’e-commerce il processo è automatizzato, nel negozio fisico il venditore si deve attivare per comprendere le esigenze del cliente.

Definire una strategia chiara e vincente per un e-commerce

Aprire un e-commerce non è semplice: richiede molte competenze differenti e, perciò, figure professionali diverse. È importante definire una strategia chiara e orientata agli obiettivi, affinché l’azienda raggiunga effettivamente i risultati che desidera.

Numerosi fattori sono da tenere in considerazione quanto si realizza una strategia per un e-commerce, tra questi:

  • scegliere la piattaforma o CMS migliore per l’azienda,
  • definire una strategia di promozione che includa SEO, SMM ed eventuali sconti e promozioni.

Analizziamo più approfonditamente questi aspetti chiave.

Scelta della piattaforma e-commerce

Un esempio concreto di come la scelta della piattaforma influenzi il successo di un e-commerce è rappresentato dal caso studio di Midali già citato in precedenza. In collaborazione con Midali, abbiamo concluso che la soluzione ottimale, nel loro specifico caso, era il CMS Magento 2. Tuttavia, poiché ogni business ha esigenze differenti, è fondamentale selezionare la piattaforma più opportuna in base a tali requisiti.

Sebbene la ricerca della piattaforma ideale, tra opzioni come WordPress, Shopify, WooCommerce o Magento, possa inizialmente richiedere tempo, questo sforzo è essenziale e fa la differenza nel lungo termine.

Strategie di promozione

Per quanto riguarda invece le strategie di promozione di un e-commerce, c’è così tanto da dire che non possiamo approfondire tutto in questa sede, consigliamo però alcuni nostri articoli per approfondire il tema.

Ai proprietari di aziende B2B consigliamo la lettura di “Le strategie di digital marketing B2B che funzionano nel 2023”. Questo articolo non parla direttamente nel mondo e-commerce, ma piuttosto focalizza l’attenzione su alcune delle migliori strategie per far conoscere il brand e i prodotti dell’azienda con lo scopo finale, ovviamente, di vendere i prodotti anche attraverso l’e-commerce.

Invece, per chi vuole approfondire l’utilità del blog e del content marketing come strategia per attrarre nuovi potenziali clienti, consigliamo: “Come implementare una strategia di content marketing vincente”.

Infine, per chi non conosce l’efficace mondo delle Google ADS e il suo potenziale, consigliamo la lettura di “Remarketing Google Ads, perché è così efficace?”.

 

Se possiedi un negozio fisico e stai valutando l’opportunità di espanderti aprendo un e-commerce, non esitare a contattarci.
Clicca qui per inviarci il tuo messaggio, richiedere una consulenza personalizzata o un preventivo. Siamo lieti di rispondere e supportarti nel tuo percorso di crescita online.