Meglio la SEO o Google ADS per la tua azienda?

Immagine della home di Google, indispensabile per SEO o Google ADS.

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e Google ADS rappresentano due risorse fondamentali nel marketing digitale e costituiscono elementi chiave del Search Engine Marketing (SEM).
Ma è meglio investire in SEO o Google ADS?

Entrambi, SEO e Google ADS, giocano un ruolo cruciale nel potenziare la visibilità online delle aziende, ma adottano approcci diversi.
In questo articolo, esploriamo nel dettaglio cosa implicano esattamente la SEO o Google ADS, per poi determinare quale delle due sia più vantaggiosa per le aziende.

Google ADS – precedentemente noto come Google AdWords – è la piattaforma pubblicitaria online di Google. Consente agli inserzionisti di creare annunci visibili su Google Search (motore di ricerca) e sulla rete di display di Google, nonché su altri siti affiliati al motore di ricerca.

I vantaggi di Google ADS

Google ADS è una delle soluzioni, a pagamento, più efficaci per ottenere risultati rapidi. Infatti in pochi giorni è possibile attivare una campagna pubblicitaria e ottenere visibilità immediata. Oltre a questo già di per sé enorme vantaggio, ecco i tre principali vantaggi che offre:

  • La piattaforma consente di tracciare i clic sugli annunci, fornendo dati dettagliati sull’efficacia delle campagne. E questo permette di prendere decisioni informate sugli investimenti.
  • Consente di indirizzare con precisione la pubblicità al pubblico target.
  • Contrariamente alla credenza comune, non è necessario spendere di più per ottenere risultati migliori. Con Google ADS, si ha il controllo completo sui costi della campagna, sia su base giornaliera e mensile, che per singolo annuncio. È quindi possibile calcolare facilmente il il ritorno dell’investimento (ROAS).

Gli svantaggi di Google ADS

Pur presentando i notevoli vantaggi appena considerati, Google ADS non è privo di “svantaggi” da tenere in considerazione. In primis è bene sottolineare che Google ADS funziona solo pagando.

In estrema sintesi: quando si paga le campagne girano e portano risultati, quando si smette di pagare, si interrompe tutto l’afflusso di traffico.
È importante tenere presente questo aspetto per comprendere che si può avere continuità nei risultati solo continuando a pagare la piattaforma.

Inoltre, in alcune situazioni il pagamento per clic non si traduce in conversioni effettive. Questo richiede una gestione attenta della campagna per massimizzare l’efficacia degli investimenti pubblicitari.

La SEO: che cos’è

La Search Engine Optimization (SEO) è l’insieme di strategie e tecniche finalizzate a ottimizzare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca. Per le aziende, la SEO riveste un ruolo fondamentale nel migliorare la posizione del proprio sito nelle pagine dei risultati di ricerca (SERP). Consente di aumentare la visibilità online dell’azienda e di attrarre traffico qualificato.

Nel contesto B2B, la SEO assume un ruolo cruciale nell’assicurare che le imprese raggiungano il proprio pubblico di riferimento. Un’efficace strategia SEO può generare fiducia nell’azienda e, quindi, attrarre, nuovi potenziali clienti.

Per approfondire, puoi leggere l’articolo “La SEO funziona nel B2B?”.

I vantaggi della SEO

È naturale: le aziende vogliono ottenere risultati ottimali minimizzando i costi. E, in quest’ottica, la SEO è un alleato strategico. Vediamo perché e quali sono i vantaggi della SEO.

  • Investendo oggi nella SEO, i risultati perdureranno anche domani. La SEO, infatti, è un investimento a lungo termine.
  • Permette di raggiungere un vasto pubblico di persone interessate ai contenuti (articoli) o ai prodotti dell’azienda.
  • Genera traffico organico in modo costante, fornendo non solo visibilità ma anche potenziali opportunità di vendita.

Gli svantaggi della SEO

Il principale svantaggio della SEO è il tempo. Infatti, generare risultati richiede un periodo di tempo considerevole, pertanto, la SEO potrebbe non essere la scelta ideale se si necessitano risultati immediati.

Altro svantaggio: la SEO non consente di avere il controllo totale sul traffico generato o sul rendimento dell’investimento. Dipende dagli algoritmi di Google che evolvono e mutano continuamente.

Quindi: é meglio la SEO o Google ADS per la tua azienda?

Prima di fornire una risposta definitiva alla domanda “meglio la SEO o Google Ads?”, è opportuno metterle sulla bilancia e valutare le principali differenze tra questi due strumenti. Vediamo ciò nell’immagine qui sotto.

Infografica sul tema meglio la SEO o Google ads?

La risposta alla domanda “qual è meglio?” è quindi: dipende.
Entrambi gli strumenti sono validi e, se utilizzati bene e strategicamente, portano a risultati tangibili e soddisfacenti. Tuttavia, riconoscere le diversità e i vantaggi di ciascuno consente di valutare quando è preferibile uno rispetto all’altro.

Parlando di un’azienda già consolidata che non necessita di risultati immediati, l’opzione consigliata sarà investire nei servizi di SEO. Allo stesso modo, se il budget destinato al marketing digitale è limitato e l’azienda non è focalizzata su risultati rapidi, la SEO potrebbe essere la scelta migliore.

D’altro canto, se si tratta di una nuova azienda, e sono necessari risultati immediati e un monitoraggio costante, Google Ads è la scelta ottimale.

L’opzione ideale sarebbe disporre di un budget sufficiente per poter investire simultaneamente sia nei servizi di SEO che nelle campagne di Google Ads. Questo approccio olistico consentirebbe di beneficiare della durata e della stabilità dell’ottimizzazione SEO, senza rinunciare ai risultati immediati delle Google Ads.

Per capire qual è la soluzione migliore per la tua azienda, non esitare: clicca qui e contattaci.

Noi di Sixor – agenzia di web marketing – saremo lieti di studiare la soluzione migliore per la tua azienda.