Blog


Il mondo del Digital Marketing non sarà più un mistero grazie al nostro Blog!

Google, lo stop ai cookies è rimandato a fine 2023

Pubblicato il | Pubblicato in Senza categoria
Google, lo stop ai cookies è rimandato a fine 2023

Negli ultimi giorni Google è tornata sui suoi passi rinviando a fine 2023 l’eliminazione dei cookies di terze parti dal suo browser Chrome.

Infatti in un recente post pubblicato nel blog ufficiale di Chrome, l’azienda statunitense ha confermato che il proprio browser, il più utilizzato al mondo, continuerà a supportare i cookies di terze parti fino alla fine del 2023.

Si tratta di quasi due anni in più del previsto, spostando il termine da gennaio 2022 a metà 2023, per poi finire il supporto definitivamente a fine 2023.

Alla base di questo momentaneo dietrofront ci sarebbe la nuova indagine portata avanti nei confronti di Google da parte della Commissione Europea per pratiche di monopolio nel settore della pubblicità online. Proprio da quello che trapela, sarebbe la stessa Google a volere una collaborazione con le autorità regolatorie per capire come le proprie soluzioni denominate “Privacy Sandbox” possano essere sviluppate per non essere contro le norme antitrust europee.

Il progetto Privacy Sandbox è appunto il nome di questa nuova tecnologia che Google starebbe ultimando con lo scopo di mettere d’accordo aziende, per le quali i tracciamenti sono così importanti, e gli utenti, che chiedono a gran voce una migliore tutela della privacy.

Google, in pratica, ha spostato questo termine proprio per avere il tempo utile per mettere in pratica la soluzione corretta che emergerà dal ” dibattito pubblico su quelle che saranno le soluzioni corrette” e per “permettere all’industria pubblicitaria e ai publisher, ovvero i siti che ospitano annunci, di modificare i propri servizi“.

Le nuove tempistiche per l’eliminazione del supporto ai cookies di terze parti sarà quindi spostato a metà del 2023, per concludersi definitivamente negli ultimi mesi dello stesso anno. Naturalmente questo processo sarà anticipato da un periodo di transizione, al via a fine 2022, dove “Privacy Sandbox” sarà implementata in Chrome e tutti gli investitori pubblicitari potranno prendere confidenza con la nuova tecnologia.

217 visualizzazioni