Blog


Il mondo del Digital Marketing non sarà più un mistero grazie al nostro Blog!

Perché dovresti pubblicizzarti su Google Ads nel 2020

Pubblicato il | Pubblicato in Digital Advertising
Perché dovresti pubblicizzarti su Google Ads nel 2020

I cinque motivi per cui nel 2020 dovresti essere presenti su Google e attivare una campagna con Google Ads.

Esistono diverse possibilità di sponsorizzazione che permettono di rendere visibile la propria azienda: cartellonistica, pubblicità sui quotidiani, spot televisivi, attività sui social, presenza su Google Ads, ecc.

Ogni canale pubblicitario ha le sue caratteristiche e peculiarità e può contribuire in diversa misura alla visibilità e raggiungimento dei propri risultati.

Quali sono i 5 motivi per cui, nel 2020, bisognerebbe essere presenti su Google e attivare una campagna con Google Ads? Scopriamolo insieme!

  1. Raggiungere nuovi potenziali clienti (search e display)
  2. Gestire il budget
  3. Pianificare zona e orari
  4. Recuperare i clienti persi
  5. Misurare i risultati

1. Raggiungere nuovi potenziali clienti (search e display)

La pubblicità nasce con l’obiettivo di attrarre nuovi potenziali clienti interessati al nostro servizio e prodotto.

Google Ads permette di essere presenti sul motore di ricerca Google e partner, rispondendo a una ricerca specifica dell’utente, così da soddisfare il suo bisogno e attirare ulteriori utenti (sempre segmentati in base al loro comportamento online) attraverso banner pubblicitari o campagne video.

Si tratta di due facce della stessa medaglia, il cui unico risultato è cercare di generare profitto per l’inserzionista.

2. Gestire il budget

Una delle caratteristiche più interessanti di Google Ads è la piena possibilità di aprire, chiudere e modulare il proprio investimento online quasi istantaneamente.

A differenza di altri canali tradizionali, dove una volta investito del credito per un periodo di tempo concordato non è possibile effettuare degli interventi di “personalizzazione” della gestione del budget e della propria offerta, su Google Ads si può decidere delle variazioni giornaliere e orarie.

Esempio: fornisco un servizio di consegna di pasti pronti durante le pause pranzo? Posso incrementare la mia presenza e la mia offerta per essere maggiormente competitivo dalle 11.00 alle 13.00, decrementandola gradatamente nelle ore successive.

3. Pianificare zona e orari

Una campagna pubblicitaria è sempre indirizzata a un pubblico definito, che vive in una certa area geografica e verso cui è possibile fornire i nostri servizi e prodotti.

Con Google Ads si può indicare con estrema precisione l’area geografica campagna pubblicitaria valutando anche una pianificazione oraria con un incremento o decremento dell’offerta in alcune ore del giorno, eventuale spegnimento della campagna nelle ore notturne o nei weekend, ecc.

4. Recuperare i clienti persi

Quando un utente atterra su un sito, ci si aspetta che compia almeno un’azione: acquisto, compilazione form, iscrizione newsletter, ecc.

Cosa fare se questo non accade?

Semplicemente possiamo creare una campagna di remarketing che ripresenta al nostro potenziale cliente il prodotto o servizio selezionato durante la sua normale navigazione quotidiana.

Se invece il cliente ha effettuato un’azione di conversione sul sito?

La campagna di remarketing potrebbe essere utile per proporre servizi o prodotti correlati, consolidando la relazione con il cliente acquisito.

5. Misurare i risultati

Avviare una campagna pubblicitaria è utile per riuscire a raggiungere i propri obiettivi aziendale, ma è necessario conoscere il contributo che ha dato.
Su Google Ads è tutto misurabile e monitorabile, senza dimenticare la possibilità di avvalersi di tool esterni e del mondo Google come Google Analytics e Google Data Studio.
Nel 2020 non è ipotizzabile pensare di consumare del budget in pubblicità senza conoscere e capire quale sia il ritorno sull’investimento pubblicitario.

Hai mai realizzato delle campagne con Google Ads o hai in mente di avviarne una nel 2020?

Contattaci

330 visualizzazioni