Blog


Il mondo del Digital Marketing non sarà più un mistero grazie al nostro Blog!

Case Study: Google Ads a livello nazionale

Pubblicato il | Pubblicato in Digital Advertising
Case Study: Google Ads a livello nazionale

Si dice spesso che le attività di Google Ads che operano a livello nazionale debbano aspettarsi costi molto alti perché si rivolgono a un numero maggiore di potenziali clienti.

Ma è davvero così?

Presentiamo un caso studio di una attività in grado di raggiungere i propri clienti in qualunque posto in Italia, proponendo una gamma di prodotti (fotovoltaico, pompe di calore, sistemi di climatizzazione) con uno scontrino medio abbastanza elevato: una volta stabilizzato il numero di contatti di potenziali clienti, ci siamo focalizzati sul decremento dei costi, mantenendo costante il numero di conversioni.

1. Start dell’attività: analisi del mercato, test e incremento conversioni

Come per tutti i tipi di attività che desiderano promuoversi sul motore di ricerca, lo start della campagna è passato attraverso un’attenta analisi dei volumi di traffico e dei canali più corretti da utilizzare:

  • Campagne search
  • Area geografica campagne search
  • Campagne di remarketing display

Suddivisione campagne search: una campagna per argomento, utilizzo di parole chiave specifiche, brand e modelli venduti. L’obiettivo finale è di ottenere il più alto livello di pertinenza tra quello che viene ricercato e il risultato che gli utenti visualizzano sul motore di ricerca con annunci sponsorizzati;

Area geografica campagne Search: non tutte le campagne search sono state impostate a livello nazionale. Per alcune si è scelto di ottimizzare fin da subito il budget con un peso maggiore nelle zone a maggiore potenzialità dopo una attenta analisi della distribuzione dei volumi di traffico;

Campagne di remarketing Display: create a supporto delle search, riportando gli utenti che avevano in passato visitato il sito con focus su eventuali promo.

Il primo periodo è servito a tarare al meglio l’investimento, raccogliere dati e incrementare il numero di conversioni:

  • 5741 clic
  • 9,82% CTR (percentuale di clic, indice dell’efficacia di una campagna)
  • 64 conversioni:
  • 46,89€ costo conversione

2. Ottimizzazione dei risultati e decremento dei costi

Una volta ottenuta una gran mole di dati è necessario procedere con una ottimizzazione costante per abbassare il costo conversione.

In che modo?

  • Pulizia parole chiave
  • Decremento del cpc
  • A/B test
  • Variazione degli annunci di testo e implementazione di nuovi
  • Monitoraggio della concorrenza

Questo secondo periodo è stato caratterizzato da:

  • 338 clic
  • 8,72%% CTR (percentuale di clic, indice dell’efficacia di una campagna)
  • 86 conversioni
  • 37€ costo conversione

Le ottimizzazioni hanno influito sull’aumento dei volumi incrementando il numero di conversioni e al contempo diminuendo il costo conversione con un calo progressivo e continuativo.

3. Prospettive future

Se l’ipotesi iniziale in fase di set-up della campagna prevedeva un maggiore investimento a fronte di un’area geografica estesa, il processo di ottimizzazione ha portato a calibrare al meglio il budget e a diminuire il costo/conversione.

Per migliorare questi valori è sempre consigliabile avvalersi di tutti gli strumenti di analisi (Google trends, Analytics, keyword planner, ecc.) per identificare gli andamenti e prevedere le corrette strategie (es. promozioni, rimodulazione dell’investimento).

Hai mai realizzato una campagna a livello nazionale? Ti piacerebbe scoprire come migliorare le performance?

Contattaci

296 visualizzazioni