Facebook per il B2b: la nostra case history!

Quando si parla di settori B2b, si è portati a pensare che i social non siano il canale di comunicazione privilegiato per creare una relazione con il proprio target, cioè altre aziende.
Sicuramente, quando si tratta di business B2c risulta tutto più facile, perché l’analisi del target attraverso i social network è più immediata, ma anche nel nostro caso non è impossibile, anzi: grazie ad una buona attività di Social Media Marketing è possibile intercettare anche nel B2b target e obiettivi.

1. Come abbiamo approcciato la richiesta del cliente

Il nostro cliente è un grande player nel mondo del commercio dei materiali di pregio, attivo nel mercato di riferimento da oltre cinquant’anni. Dopo un’attenta selezione del materiale, sempre di prima scelta e con standard di qualità elevati, l’azienda si occupa di gestire i processi di segagione e lavorazione delle lastre, prima di venderle sul mercato nazionale e internazionale.
La sua richiesta nei nostri confronti è stata quella di approdare nel mondo social, principalmente su Facebook, con l’obiettivo di migliorare la propria brand awareness e di costruire una community di utenti attivi e interessati ai materiali pregiati.
Abbiamo allora deciso di partire da uno studio approfondito del target: come abbiamo detto, la nostra azienda non si rivolge al consumatore finale, ma ad altre aziende, ma teniamo presente che le scelte di business vengono comunque prese da individui. Questo ci ha portati a considerare Facebook come un medium, ossia come uno strumento di connessione tra partner commerciali: abbiamo scelto di parlare agli utenti di Facebook attivi, a livello professionale e di interesse, nel mondo dei materiali pregiati, per far sì che si generasse un circolo virtuoso, fino ad arrivare al target obiettivo, cioè le aziende rivenditrici di lastre di materiali pregiati, non sempre presenti su Facebook.
Un altro elemento da non ignorare nello studio del target è stato l’analisi del comportamento social dei competitor, cioè degli altri player dello stesso settore. Ci siamo chiesti se le aziende attive nello stesso campo fossero altrettanto attive su Facebook e di quali argomenti trattassero, con quale tone of voice, per poter strutturare un piano editoriale che fosse adeguato a coprire il bisogno informativo del target prescelto.
Abbiamo quindi proposto al nostro cliente la creazione e l’implementazione di una pagina aziendale su Facebook e di una strategia gestita attraverso l’advertising, con un piano editoriale che prevedesse 4 post al mese e che includesse i seguenti argomenti:

  • Presentazione di un servizio aziendale, allo scopo di rafforzare la brand awareness;
  • Approfondimento su un materiale specifico, per rispondere al bisogno informativo dell’utente;
  • Presentazione di una realizzazione nel campo dell’arredamento, creata con un materiale dell’azienda, per mostrare l’output sul mercato agli addetti ai lavori e anche agli appassionati del mondo del design;
  • Notizie dal settore di riferimento e nuovi trend

Ogni post includeva una call to action con link al sito della nostra azienda e un output foto o video fornito dall’azienda e da noi rielaborato con un espediente grafico ricorrente, per dare uniformità visiva alla pagina.
Abbiamo poi scelto un tone of voice prevalentemente informativo e la doppia lingua italiano e inglese, in quanto l’azienda opera in un mercato internazionale.
Infine, la campagna advertising ci ha permesso di selezionare un target di riferimento a cui rivolgerci: il traffico generato da questo canale è stato fondamentale per incrementare la veicolazione dei contenuti e le interazioni.

Esempio di post (sul quale abbiamo censurato i dati sensibili):

2. Quali risultati sono stati ottenuti

La pagina è passata in pochi mesi da zero a 1068 like. I like sono del tutto organici, in quando non è stata attivata una campagna di sponsorizzazione della pagina, ma solo inserzioni a pagamento sui post.

La copertura è stata raggiunta soprattutto grazie alla campagna di inserzioni, anche se negli ultimi mesi si assiste ad un incremento della copertura organica, segno che la pagina sta acquisendo follower fidelizzati e credibilità all’interno del settore di riferimento:

Le persone raggiunte e le interazioni mostrano una pagina in costante crescita.

Grazie agli Insight di Facebook riusciamo a sapere che le persone che seguono la pagina non risiedono solo nella zona dove è sita l’azienda (provincia di Como), ma anche nelle principali città di Italia e all’estero: ciò dimostra che l’utenza è nazionale e internazionale, coerentemente con quanto richiesto dal cliente.

3. Cosa ha reso vincente il progetto

L’utilizzo della pagina Facebook per un’azienda attiva nel mondo B2b ha permesso di costruire autorevolezza e fiducia nella community di riferimento e di aumentare le visite al sito, sul quale abbiamo attivato contemporaneamente e sinergicamente un’attività SEO.

La doppia lingua ha permesso di rendere i contenuti fruibili da chiunque e la scelta di puntare sull’aspetto informativo, corredato da output fotografici o video di alta qualità, ha permesso di costruire una social identity forte e aderente alla corporate identity espressa dal sito dell’azienda, rafforzata dal dettaglio grafico, una cornice blu con logo, che si ripete ad ogni post. Un passo importante verso l’obiettivo del nostro cliente di diventare punto di riferimento nel settore della commercializzazione dei materiali pregiati!

Contattaci

282 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi restare sempre aggiornato sulle novità del settore digitale, sui servizi della nostra agenzia, su eventi e corsi che realizziamo?

ISCRIVITI