SITO MULTILINGUA: COME LAVORARE SULLA SEO?

Il mercato in cui competono oggi le aziende è sempre più globale e senza confini. Come riuscire però a raggiungere i potenziali clienti e consumatori che risiedono in un altro paese rispetto all’azienda stessa e che parlano una lingua differente? Ovviamente uno degli strumenti principali per raggiungere dei potenziali nuovi clienti è il sito internet e di conseguenza la strategia SEO multilingua su di esso applicata. Visto che il tema è molto importante e di attualità abbiamo pensato di dedicarvi un post. Buona lettura!

 

1. SEO multilingua, perché è importante?

Il mercato attuale richiede di competere a livello globale. Questo sia perché, per contrastare le situazioni di crisi, per le aziende l’estero è uno sbocco importante per aumentare il fatturato, sia perché attraverso la rete gli utenti arrivano a cercare prodotti (e in qualche caso servizi) anche da altri paesi.
Non serve ricordare che in questo contesto di annullamento dei confini geografici il web gioca un ruolo da protagonista. È infatti grazie anche alla rete che è stato possibile arrivare a questa situazione di mercato globale. È quindi evidente che anche per le aziende un canale fondamentale per presidiare (e tante volte raggiungere) un mercato estero è quello del sito web.
Ovviamente però avere un sito web non basta, così come non basta che il sito abbia semplicemente versioni diverse nelle varie lingue. Nel prossimo paragrafo ti spieghiamo come va organizzato un sito di un’azienda che vuole competere a livello globale.

2. Strategia SEO multilingua

Quando si parla di SEO si parla di una strategia. Non si può pensare infatti alla SEO come ad un insieme di attività on site ed off site meccaniche e staccate dalla realtà. Fare SEO vuol dire infatti calarsi appieno nella propria realtà ma sforzandosi di immedesimarsi nel proprio cliente/utente target.
Questo è tanto più vero quando si va a lavorare ad un progetto rivolto ad un target residente in altri paesi. Sforziamoci ad esempio di capire cosa cercano i nostri clienti target, come usano i nostri prodotti, cosa si aspetterebbero di trovare e come. Se si vuole competere in un paese estero non basta infatti limitarsi a tradurre il proprio sito in un’altra lingua, ma pensare ad esempio a come potrebbero voler fruire il sito ed i suoi contenuti un utente di un particolare paese. Ad esempio, se voglio competere in UK e negli USA, non è detto che basterà avere una versione inglese del sito, ma magari è necessario sviluppare due versioni specifiche per i due singoli paesi.

3. SEO multilingua: come fare?

Fatte queste doverose premesse, vediamo adesso concretamente come fare SEO multilingua.

    1. Indicare a Google che esistono versioni in diverse lingue del sito
      Come fare?

      • Indicare la nazione di riferimento nel profilo di Google Search Console
      • Implementare correttamente l’attributo HrefLang
    2. Utilizzare URL dedicati per i contenuti nelle diverse lingue e scegliere un buon URL. In particolare suggeriamo di utilizzare URL che indichino chiaramente quale lingua è usata nella pagina. Sempre per quanto riguarda gli URL, lavora sulla loro strutturazione, avvalendoti anche di sottodomini e sottocartelle dedicate
    3. Evita di duplicare i contenuti. Questa ovviamente è una regola base e che non vale solo per la SEO multilingua, ma fa sempre bene ricordarla. I contenuti devono essere pensati e creati pensando specificatamente al tuo target
    4. Velocità e performance del sito. Anche questo parametro è la base per una buona SEO (ma diciamo anche che è una delle basi fondamentali per un buon sito), ma ricordarlo non fa mai male

Speriamo con questo articolo di averti aiutato a capire come gestire correttamente la SEO sul tuo sito multilingua. Se hai bisogno di aiuto, o di qualcuno che se ne occupi per te, siamo qui per questo!

Contattaci

68 visualizzazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi restare sempre aggiornato sulle novità del settore digitale, sui servizi della nostra agenzia, su eventi e corsi che realizziamo?

ISCRIVITI