Mobile SEO

Aggiornamento 17 maggio 2018
Il 18 dicembre 2017 l’annuncio ufficiale da parte di Google sull’avvento del Mobile-first Indexing. Prima di questa data, anche se erano già mesi che si parlava di questo cambiamento, Google leggeva e interpretava i siti internet simulando un dispositivo desktop. Scansionava e analizzava anche la versione mobile, per capire se era qualitativamente allineata, ma memorizzava nei suoi indici valutativi solo la versione desktop.

Considerano però il cambiamento nell’utilizzao del mobile da parte degli utenti anche Google ha modificato la sua procedura di analisi: il mobile è diventato il dispositivo predefinito con cui Google scansiona, legge e interpreta i siti web.
Questo significa che è necessario, se non hai un sito responsive adeguare i contenuti, dati strutturati anche sui siti mobile.

Hai bisogno di un supporto tecnico per capire se il tuo sito web risponde in modo adeguato all’avvento del Mobile-First Indexing? CONTATTACI!

Una risposta all’evoluzione delle ricerche sempre più da mobile

Sempre più utenti scelgono di navigare sul web utilizzando uno smartphone. Questa tendenza è sicuramente collegabile, in parte, alla diffusione dei social network nella vita delle persone.

Gli utenti consultano i canali social come Facebook, Instagram o LinkedIn direttamente dal cellulare e questo li porta ad avere sempre più dimestichezza con il device mobile prediligendolo poi anche per ricerche più complesse, magari su Google, o per effettuare degli acquisti online.
Se poi aggiungiamo che sempre più persone nelle loro case non hanno un personal computer ma magari preferiscono dotarsi di uno Smartphone per avere la tecnologia sempre a portata di mano sia dentro che fuori casa, capiamo facilmente come si stanno modificando le abitudini degli utenti.
E poi diciamolo: cercare con lo smartphone è veloce, rapido e molto più immediato che da PC.

Non è capitato anche a te di utilizzare il tuo cellulare per consultare un sito internet o fare delle ricerche, utilizzando magari anche la ricerca vocale? Quando fai una ricerca quali sono le tue aspettative? Io penso che sia trovare un sito di facile navigazione, fruibile, veloce e sicuro. Concordi?

Oggi vogliamo vedere con te alcuni requisiti che un sito web deve avere per essere posizionato nelle SERP, principalmente mobili, e svelarti alcune tendenze e tecniche per fare in modo che il tuo sito sia facilmente trovabile da utenti interessati alla tua offerta di servizio o prodotto. La risposta per tutto questo è la MOBILE SEO.

Prima di addentrarci vediamo un caso concreto. Digitiamo dal nostro smartphone “Hotel Milano con piscina aperta al pubblico” [ricerca “long tail” che spesso si fa da mobile e magari anche tramite ricerca vocale]. Saltiamo gli annunci a pagamento, saltiamo anche quelli dei portali [Booking, Trivago, Tripadvisor, ecc.].

Con immenso piacere vediamo che fino alla 3° pagina di Google tutti i siti che troviamo presentano una versione mobile. Ottima notizia ma aspetto che dovrebbe farti ragionare… il tuo sito è mobile? Se lo apri dal tuo cellulare si vede correttamente? Tantissimi sono ancora oggi i siti non ottimizzati per tutti i device, se vuoi fare una rapida verifica puoi cliccare qua
👇
Verifica se il tuo sito è Mobile-Friendly

Se la tua analisi presenta questa risposta: “La pagina è ottimizzata per dispositivi mobile”

Ottimo, il tuo sito è ottimizzato nel modo corretto, puoi partire subito con un’attività di analisi e definire la miglior strategia di web marketing per mobile. Ma se invece appare una schermata con una scritta rossa “La tua pagina non è ottimizzata per i dispositivi mobili”  è il momento di intervenire. Siamo a tua disposizione per definire con te la miglior proposta per la tua attività.

Ti chiedi come poter apparire nelle SERP Mobile con il tuo sito?

Forse non sai che Google mostra dei risultati differenti tra desktop e mobile e che sempre più sta prediligendo i siti con una versione mobile per le sue analisi. È proprio di questi giorni la notizia che Google sta facendo dei test sulle SERP mobile e si mormora che dal 2018 Google partirà proprio dai siti mobile per analizzarli e premiarli in termini di posizionamento.

Oltre al fatto che il tuo sito sia mobile o responsive [se ti interessa sapere la differenza tra i due scrivicelo nei commenti] in ottica SEO devi:

  • Identificare il tuo target e fare l’analisi delle query specifiche per il mobile
  • Avere un sito veloce e che fornisce risposte immediate
  • Tracciare il comportamento dell’utente e confrontarlo con quello desktop

Vuoi ricevere una consulenza o intraprendere un’attività SEO per Mobile? Contattaci!

187 visualizzazioni

Resta aggiornato sulle novità del mondo Digital
Iscriviti SUBITO alla nostra newsletter!

Ricevi PROMO a te dedicate!